jump to navigation

Uomini di Destra #2: “Gente con dei Princìpi” April 6, 2006

Posted by laspinanelfianco in Politica.
trackback

Si ritiene che le prime città siano sorte in mesopotamia tra 7.000 e 12.000 anni fa, probabilmente intorno a delle oasi o a dei porti fluviali. Con il sorgere delle prime città, si è anche posto un problema fino a quel momento sconosciuto: come regolare la vita di migliaia o decine di migliaia di persone che dovevano vivere a stretto contatto l'uno dell'altro.

Non sempre era possibile imporre il punto di vista del signorotto locale con la forza e, anche quando lo era, il signorotto in questione poteva anche non avere nessun interesse a spendere soldi e tempo nel dirimere questioni che non lo riguardavano direttamente, come le questioni coniugali dei suoi “protetti”. Ma questi protetti si aspettavano ugualmente che qualcuno dicesse loro chi aveva ragione in una questione che li riguardava personalmente, come un divorzio od un contratto commerciale non rispettato.

In altri termini, forse per la prima volta nella storia umana, si è cominciato a sentire al necessità di regole per la vita in comune, cioè di “leggi”.

Imporre delle regole che tutti devono rispettare non è cosa facile. Se non si hanno i mezzi economici per pagare una polizia e/o un esercito, può essere quasi impossibile. La soluzione che hanno trovato alcuni dei nostri antenati è stata quella di sfruttare l'ignoranza e la paura dei propri simili per ottenere credito e consenso.

La frase cruciale è: “Non sono io dirlo ma Dio stesso, attraverso la mia bocca!”

Attribuendo l'origine delle leggi ad una figura soprannaturale e onnipotente, si poteva ottenere il necessario credito ed il necessario rispetto, quasi come se si fosse attribuita l'origine delle stesse regole al signorotto locale (la persona in grado di imporre le proprie leggi con la forza delle armi).

Questo modo di produrre le leggi ha però tre difetti pesantissimi:

  1. Produce all'origine un sacco di “errori” nella produzione delle leggi perchè si affida ad una mente sola (quella del “sacerdote” che pretende di parlare per ispirazione divina, cioè una persona spesso poco indicata a fornire una guida agli altri per evidenti ragioni psicologiche e politiche) ed alla sua esperienza di vita individuale, per forza di cose incompleta.
  2. Non permette di correggere questi errori (perchè le leggi sono di origine divina e quindi non possono essere messe in discussione dagli uomini).
  3. Impone l'uso della intolleranza e della violenza per imporre il rispetto di queste leggi, perchè non si tratta di regole “condivise”.

Dopo essersi scannati tra bande per svariati millenni (vedi post precedente), i nostri antenati hanno faticosamente inventato la democrazia. Questo meccanismo svolge la stessa funzione, cioè quella di produrre delle leggi, ma offre diversi vantaggi:

  1. Produce già all'origine delle leggi più “corrette” perchè si affida a molte persone, saggie, e ad una ampia discussione su ognuno dei temi in esame. L'esame del caso è più ampio, le esperienze di vita dei partecipanti si integrano a vicenda e si ottiene una visione più completa e più approfondita del problema in esame.
  2. Permette in qualunque momento di correggere queste leggi, visto che sono comunque il frutto di un accordo tra le parti.
  3. Non richiede l'uso della violenza in larga parte dei casi perchè si limita a formalizzare delle leggi che la gente riconosce comunque sensate e che quindi rispetta spesso di propria iniziativa senza alcuna imposizione.

Il passaggio dalla teocrazia (caso 1) alla democrazia (caso 2) ha però lasciato (quasi) senza lavoro i sacerdoti. Nelle società moderne, i sacerdoti hanno ormai abbandonato quasi ovunque la pretesa di amministrare le leggi divine e si dedicano quasi esclusivamente al rapporto che esiste tra l'individuo e la sua morte, un tema scottante e molto serio che potremmo trattare separatamente in seguito, se lo desiderate.

A questo punto dovrebbe essere abbastanza chiaro che esiste una competizione di fondo tra democrazia e religione per il consenso da parte del “popolo” e per il controllo della società. Dovrebbe anche essere anche abbastanza chiaro il motivo per cui la Sinistra (mica solo quella italiana) trova così irritanti i continui tentativi di intromissione della casta sacerdotale nella vita politica del paese.

In una società civile, le leggi devono essere stabilite sulla base di un accordo che sia il più ampio possibile tra i cittadini. Devono rappresentare il loro modo di vedere il mondo e devono poter evolvere con l'evoluzione della società. Per questo non possono essere leggi di ispirazione divina.

I gruppi che ritengono di dover rispettare delle leggi di ispirazione divina, naturalmente, devono essere liberi di farlo nella misura in cui continuano a rispettare le leggi dello stato. In altri termini: la precedenza deve andare alle leggi dello stato.

In quasi tutti il mondo, una larga parte della popolazione non condivide quanto ho appena detto e ritiene che la precedenza debba andare alle leggi di ispirazione divina, appunto perchè di origini divine. Questo avviene in quasi tutto il mondo arabo, dove viene applicata la legge coranica come legge dello stato, negli Stati Uniti, dove viene spesso applicata la legge cristiano-protestante, ed in Italia, dove si è imposta fino a poche decine di anni fa la legge cristiano-cattolica. Basti ricordare il famoso “delitto d'onore” che ha continuato ad essere riconosciuto in Italia fin dopo che l'uomo è andato sulla luna.

Questa parte della popolazione ritiene, ovviamente, di “essere nel giusto” al di là di ogni discussione e di ogni analisi razionale. “Segue l'insegnamento del Signore” e tanto basta.

Altrettanto ovviamente, questa parte della popolazione non può trovare credito ed accoglienza a Sinistra, per il banale motivo che la Sinistra predica, da sempre, esattamente il contrario: le leggi sono fatte dagli uomini e per gli uomini, non viceversa.

Di conseguenza, è possibile trovare una vasta percentuale di queste persone a Destra. Veramente, quasi tutte queste persone vorrebbero trovarsi in un “Centro” ideale e “al di sopra delle parti”. Dopotutto, la legge che pretendono di incarnare è di origine divina e quindi al di sopra delle umane discussioni. Purtroppo per loro, però, è imposibile sottrarre queste leggi alla analisi ed alla discussione da parte della popolazione e sono quindi costretti a scegliere.

Non potendo trovare accoglienza e credito a Sinistra, da sempre questa gente vota a Destra.

Con il loro appoggio alla Destra, nel corso del '900 questa gente ha appoggiato le dittature del sudamerica, le guerre americane nel sud-est asiatico ed in medio oriente, le loscaggini atlantiche dei servizi segreti italiani negli anni '60, e '70 e via dicendo. Non ha importanza: “meglio morti che comunisti!”

In molti sono stati accontentati in questo loro desiderio, dalle forse speciali argentine, dai SEAL americani, dalla CIA e da altri governi ed organizzazioni di Destra che hanno imperversato sulle nostre fragili democrazie per decenni. Molti uomini di sani principi, che non sarebbero mai stati Comunisti, sono stati comunque ammazzati da quella Destra presso la quale pensavano di poter trovare asilo. Basti pensare ai desaparecidos del sudamerica.

Non importa, loro sono ancora “uomini di princìpi”. Continueranno a votare a Destra, nella impossibilità di avere un Centro tutto loro, ed a difendere il loro diritto di impedire agli altri di non credere nei loro princìpi. Pur di non permettere a quattro “finocchi” di sposarsi tra loro sono disposti a lasciarsi rapinare ancora per anni da quella Destra affarista e rapace che abbiamo tutti ben conosciuto. Pur di impedire a quattro raggazzine più o meno sfigate di abortire, sono disposti ad avvallare tutte le guerre di George passate, presenti e future.

Che dire di tutto questo?

Per quanto mi riguarda, posso solo dire che la Religione è qualcosa di molto più serio di tutto questo e non potrà mai conciliarsi con queste schifezze e questi compromessi morali. La Destra si è macchiata, soprattutto in Italia, di cose indegne nel corso dell'ultimo secolo, dal fascismo alla persecuzione degli ebrei, al depistaggio delle indagini di Ustica, alla strage della stazione di Bologna, all'omicidio dell'anarchico Pinelli, fino allo scandalo dello spionaggio in cui è rimasto coinvolto l'ex-ministro della Salute (!) Storace. Tutto questo non può essere compatibile con un Dio che si pretende essere buono e giusto, come non poteva esserlo la scritta “Got mit uns” con le uniformi naziste.

Per quanto mi riguarda, mille volte meglio Comunista che morto (per mano della Destra).

PS: Sono dispostissimo, in questa sede ed in qualunque altra, a farmi carico delle schifezze commesse da quelle teste di cazzo delle Brigate Rosse. Il terrorismo di Sinistra, in Italia, ha fatto alcune centinaia di morti. Il mio cordoglio per queste persone, vittime innocenti di una follia che è impossibile giustificare, non potrà mai essere abbastanza.

Adesso parliamo dei vari milioni di morti prodotti dalla Destra (fascista e post fascista) tra il 1924 (Vittoria di Mussolini alle elezioni) ed i nostri giorni.

Comments»

1. Ale - April 6, 2006

“È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago che un ricco entri nel regno di Dio”. Mc 10,25.

Se state leggendo queste parole probabilmente siete in possesso di un PC e di una connessione internet, o almeno potete accedervi in qualche maniera, e, molto probabilmente i vostri bisogni primari sono soddisfatti, in più sapete leggere e scrivere.

In altre parole siete (siamo) ricchi.

Come è possibile avere la pur minima speranza di farcela?

Dimenticatevi tranquillamente il regno dei cieli. L’ha detto Lui.

2. Doganello - April 6, 2006

“un cammello” e’ dovuto ad un errore di traduzione dall’ebraico, poi perpetuato dalla chiesa cattolica nelle sue trascrizioni (del resto, si sono pure scelti i vangeli che piu’ gli facevano comodo).
La frase originale era una parola traducibile in “una gomena” o “una cima”, e cosi’ la frase prenderebbe un senso tutto diverso, e piu’ efficace.

3. alessandra - May 4, 2006

….comunisti!!!!gli eterni indecisi…vi sapete solo lamentare

4. jO mARTIni - May 4, 2006

ceeeeeeeeeeee .un saluto a tutti i compagni…puzziamo…liberi…nn laviamoci…continuiamo a vivere di merda :-))))!!!VIVA IL COMUNISMO VIA I PUZZONI!!!!

5. alessandra - May 4, 2006

e poi km s fa a votare prodi???
sembra l orsetto cantastorie………probabilmente nn gli affiderei nemmeno i miei futuri figli…………………..anzi………………..pensandoci bene è l ultima cosa ke farei…….ahahahahahahahahahah……e poi ki è l uomo ke va fiero d essere rappresentato da 1ibrido….e tutti sanno a ki m riferisco……..

6. alessandra - May 4, 2006

ovviamente facevo riferimento a un transessuale…………………………………


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: